macchie varicella primi, pollo macchie primi vaiolo.

macchie varicella primi, pollo macchie primi vaiolo.

Storia

Si ritiene che la varicella potrebbe aver avuto origine in Africa prima di diffondersi ad altre aree del mondo. Così chiamato perché rende l’aspetto della pelle come quella di un pollo spennato, il virus è stato spesso confuso con il vaiolo, fino al 1900. Nel 1600, medico inglese Richard Morton ipotizza che i due erano la stessa malattia e che la varicella era semplicemente una forma più lieve. Non è stato fino al 1767 che un altro medico inglese, William Heberden, ha scoperto che ognuno era una malattia separata con patologia distinta.

Epidemiologia

Persone in tutto il mondo si varicella, se il clima influenza la distribuzione del virus tra le età. In luoghi temperati, in età prescolare e bambini in età scolare hanno più probabilità di contrarre la malattia nel corso tardo inverno e all’inizio della primavera stagioni. I bambini più grandi e gli adolescenti sono più a rischio di infezione varicella se vivono in zona tropicale. Adulti in queste aree hanno anche una maggiore suscettibilità alla malattia.

Sia che sono esposti a casa o all’estero, i gruppi a più alto rischio di contrarre la varicella includono:

  • Le persone che non hanno mai avuto il virus
  • gli individui non vaccinati di tutte le età
  • Chiunque lavori in presenza di bambini, come scuole e centri diurni dipendenti
  • I membri della famiglia in famiglie con bambini piccoli

Dopo l’esposizione iniziale, il virus della varicella passa attraverso un periodo di incubazione di dieci a 21 giorni. Ciò significa che può richiedere da due a tre settimane per i dossi rivelatori a comparire. Il virus di solito entra nel corpo attraverso il tratto respiratorio o degli occhi e comincia a replicarsi nella zona superiore della gola, noto come nasofaringe, nonché nei linfonodi. Si diffonde poi ad altri organi prima che si manifesti come un rash cutaneo rivelatore.

Sintomi

  • Mal di testa
  • Febbre
  • naso che cola
  • tosse
  • Mal di stomaco o nausea generale

Adulti possono avere sintomi simili o sviluppare una febbre superiore a quello del quale esperienza bambini. Dolori muscolari possono anche essere presenti. Se questi sintomi specifici appaiono, la maggior parte delle persone che vengono giù con la relazione varicella una sensazione generale di malessere per un paio di giorni prima di sviluppare una eruzione cutanea.

Quando appare l’eruzione, che spesso inizia da qualche parte sul torso. Da qui, si diffonde comunemente al volto e agli arti, se bolle possono formare ovunque comprese dietro le orecchie, sotto le braccia e persino in bocca. La maggior parte delle persone sviluppano tra 250 e 500 bolle nel corso dell’infezione.

Una volta che l’eruzione iniziale progredisce da macchie di vesciche, diventa molto pruriginosa. Ciò può causare una grande quantità di disagio per bambini e adulti e può richiedere a casa o il trattamento over-the-counter per alleviare il dolore. Sebbene la fase infettiva della malattia dura solo per un paio di settimane, l’eruzione può indugiare a lungo di un mese prima guarigione completa.

Diagnosi

I pazienti devono aspettarsi i loro medici per porre domande su sintomatologia che portano alla comparsa del rash, così come se o non sono consapevoli di essere stati esposti a un individuo infetto. I medici potranno anche chiedere di farmaci recenti e attuali per determinare se il sistema immunitario di un paziente può essere compromessa. I genitori che portano i loro figli in una diagnosi dovrebbe avere un elenco di farmaci, allergie, sintomi e altre informazioni importanti a portata di mano per condividere con il medico.

Se il virus è presente, esami del sangue si mostrano anticorpi IgM elevati, che indicano un’infezione acuta. anticorpi IgG mostrano immunità alla malattia. Il metodo preferito per la diagnosi, tuttavia, è una reazione a catena della polimerasi (PCR) test in cui i medici cercano il DNA del virus in campioni da una persona infetta.

Le donne incinte che hanno contratto la varicella e sono preoccupati per la diffusione dell’infezione al bambino può ottenere un ultrasuono circa cinque settimane dopo che i sintomi si sviluppano materni. E ‘anche possibile eseguire il test del DNA sul liquido amniotico, ma questo metodo comporta elevati rischi per il feto e può essere più pericoloso del virus stesso.

E ‘una buona idea avere altri membri della famiglia controllati per la varicella, se una persona della famiglia contrae il virus. In alcuni casi, le persone che vivono con un individuo infetto possono sviluppare una forma più grave della malattia dopo l’esposizione.

Trattamento

A causa della natura altamente contagiosa di varicella, bambini e adulti con il virus devono evitare il contatto con altre persone fino a quando l’infezione ha eliminato. Ciò significa che stare a casa fino a quando tutte le bolle sono crosta sopra o un medico dà il via libera. Tornando a scuola o al lavoro mette troppo presto altri a rischio di contrarre il virus, in particolare quelli che non sono stati vaccinati.

Trattare varicella è simile a trattare l’influenza. individui infetti bisogno di molto riposo e nutrienti liquidi, soprattutto acqua, durante il recupero. Cibo sano è anche un must per dare al corpo ciò di cui ha bisogno per combattere l’infezione e guarire completamente.

Oltre il contatore farmaci come il paracetamolo e l’ibuprofene può essere utilizzato per gestire il dolore e febbre associata con la varicella. Tuttavia, i genitori non dovrebbero dare antidolorifici per i bambini senza aver prima consultato un medico, e bambini non dovrebbero mai essere dato l’aspirina. Amministrazione di aspirina in giovane età può causare una potenzialmente grave complicanza nota come sindrome di Reye. Le donne incinte dovrebbero anche controllare con i loro medici prima di prendere qualsiasi tipo di farmaci antidolorifici.

Per molte persone, il prurito associato con la varicella è la parte peggiore del contagio. Dal momento che graffiare vesciche aumenta il rischio di trasmissione della malattia e può portare ad altre infezioni, è importante gestire questo sintomo in ogni modo possibile. Le unghie devono essere tenuti tagliato per ridurre al minimo i danni da graffi, e può essere necessario mettere guanti o calze oltre mani dei bambini al momento di coricarsi per impedire loro di prurito accidentalmente nel sonno.

Per ridurre al minimo l’irritazione della pelle, le persone con varicella devono indossare abiti leggeri realizzati con tessuti non abrasivi come il cotone. Biancheria da letto deve anche essere leggero e morbido, soprattutto per i bambini. Se i bagni sono utilizzati come metodo di trattamento, è importante la pelle asciugare utilizzando il più morbido asciugamano possibile, piuttosto che lo sfregamento. Calore e umidità possono rendere prurito peggio, quindi individui infetti dovrebbero provare a rimanere in un ambiente confortevole, asciutto durante il corso dell’infezione.

alimenti freddi possono essere calmante qualora blister compaiono in bocca. Piatti caldi e speziati non dovrebbero essere consumati solo dopo la scomparsa dell’infezione. cibi morbidi sono più facili da gestire e non raschiare o irritare le bolle prima che crosta sopra. Buone scelte includono alimenti come ghiaccioli, mele e banane, nonché cereali raffreddati, come farina d’avena o farina.

In generale, la varicella viene contratta solo una volta durante la vita di una persona e si traduce in immunità permanente da future infezioni. Con la gestione dei sintomi e un adeguato riposo, il virus dovrebbe risolversi da sola e non apparire di nuovo.

complicazioni

Nella maggior parte dei casi, il virus della varicella il suo corso senza problemi. Tuttavia, ci sono alcuni casi in cui possono sviluppare gravi effetti collaterali o complicazioni. Rischio di complicanze da varicella è più elevato in:

  • Adolescenti e adolescenti di oltre 15 anni di età
  • adulti
  • Bambini con meno di 1 anno di età
  • I bambini di madri che non hanno mai contratto il virus o non sono mai stati vaccinati
  • le donne in gravidanza non vaccinati
  • individui immunocompromessi
  • Le persone che stanno assumendo o ha recentemente assunto farmaci immunosoppressori

I tassi di mortalità da complicazioni varicella sono bassi, con circa uno su 40.000 individui muoiono a causa della malattia o condizioni associate.

in adulti

Varicella polmonite, una complicanza rara che si verifica quando il virus varicella si diffonde ai polmoni, possono sviluppare due a 10 giorni dopo la prima comparsa di un rash tipo varicella. I sintomi iniziali includono febbre e tosse, e l’infezione può persistere per dovunque da alcune settimane ad alcuni mesi. Le persone che fumano e quelli con malattie polmonari croniche sono a più alto rischio per la varicella polmonite.

Alcuni sintomi come rigidità del collo, sonnolenza e letargia non dovrebbe essere ignorato come questi possono essere segni di una malattia grave come la meningite o encefalite. Queste infezioni, che coinvolgono l’infiammazione del midollo spinale e del cervello, può causare seri problemi o morte se non trattata. Alcuni adulti con varicella sviluppano miocardite, una condizione che coinvolge l’infiammazione del muscolo cardiaco. Ciò si verifica se il virus iniziale, viaggia al cuore e provoca un’infezione secondaria. Nei casi più gravi, la miocardite può portare ad insufficienza cardiaca.

Una infezione varicella può anche mettere gli adulti a rischio di:

  • sindrome da shock tossico
  • Osso o infezioni articolari
  • disturbi emorragici
  • infezioni batteriche dei tessuti molli

in bambini

I bambini possono anche sviluppare una condizione nota come l’atassia cerebellare, che si manifesta come una passeggiata instabile o di altre difficoltà con il movimento. Visto soprattutto nei bambini di età inferiore a tre anni, questa condizione non è solitamente un problema se appare come il risultato di una infezione virale e dovrebbe andare via da solo.

Il rischio di ictus ischemico arterioso (AIS) sembra essere più elevata nei bambini che hanno avuto la varicella rispetto a quelli che non hanno. Alcuni studi mostrano una correlazione significativa tra infezione precedente e ictus. Ben il 31 per cento dei bambini che si verifichi AIS entro un anno di una infezione varicella. Questo potrebbe essere causa di danni vascolari nel cervello come risultato del virus della varicella.

Nelle donne in gravidanza e bambini

Donne senza immunità intrinseca da vaccinazione o una precedente infezione da varicella sono a più alto rischio di complicanze dovrebbero scendere con il virus durante la gravidanza. Varicella rappresenta un pericolo sia per la madre e il bambino. Il più alto rischio per il bambino non ancora nato si verifica se l’infezione viene contratta entro i primi sei mesi di gravidanza. L’infezione negli ultimi tre mesi pone più di un pericolo per la madre.

Anche se le donne in gravidanza non sono ammissibili per il vaccino varicella, possono essere in grado di ricevere una varicella-zoster immunoglobuline colpo per ridurre la gravità dell’infezione se fuoriescono. Questo può aiutare a ridurre il rischio di complicanze, come la varicella polmonite, che è più comune nelle donne in gravidanza rispetto ad altri adulti.

  • Danni al gambo ottica e tazza nonché le lenti degli occhi
  • cataratta
  • atrofia ottica
  • Encefalite o altri danni cerebrali
  • Danni al midollo spinale
  • Problemi con il movimento e sensi
  • riflessi tendinei profondi carenti o assenti
  • scarso sviluppo degli arti e / o delle estremità
  • Malformazione dello sfintere anale e / o della vescica

madri infette sono anche più probabilità di avere un parto prematuro. In alcuni rari casi, le donne incinte che pollo contratto vaiolo vicino al momento della consegna possono trasmettere l’infezione al bambino, una condizione nota come la varicella neonatale. Se l’infezione appare ovunque da cinque giorni prima a due giorni dopo la nascita, i bambini non ricevono gli anticorpi da loro madri e possono essere il 30 per cento più probabilità di morire per complicazioni varicella rispetto a quelli che ereditano l’immunità.

I sintomi della varicella neonatale compaiono generalmente all’età di dieci ai 12 giorni e sono dotati di un aumentato rischio di sviluppare polmonite. Per aiutare ad evitare questi effetti, i neonati possono essere inoculati con varicella-zoster immunoglobuline subito dopo la nascita o trattati in una stanza di isolamento in ospedale fino a quando l’infezione scompare.

Prevenzione

Minimizzare Contatto

Circa il 90 per cento delle persone che non hanno avuto la varicella scenderà con esso se esposti, quindi è importante stare lontano da altri che hanno durante questo periodo. Chiunque con un sistema immunitario indebolito o compromesso deve esercitare cautela.

Una volta vesciche varicella sono crosta sopra, l’infezione non è più contagiosa. Dal momento che bolle possono apparire in cicli, è importante monitorare l’eruzione per eventuali focolai fresche prima di riprendere le normali attività.

mantenere pulito

il vaccino

Gli individui possono essere ammissibili per il vaccino se sono:

  • immunocompromessi
  • Incinta
  • Allergico alla gelatina
  • Allergico alla neomicina

Il vaccino è considerato sicuro per neonati, bambini, adolescenti e adulti. Alcune persone possono provare minori effetti collaterali quali arrossamento, dolore, gonfiore o dossi in prossimità del sito di iniezione. In rari casi, un rash simile alla varicella svilupperà e formare una manciata di vesciche lievi. La vaccinazione è considerata dal 70 al 90 per cento efficace nel prevenire l’infezione e il 90 al 100 per cento efficace nel allontanare da moderata a casi gravi di malattia. infezioni Breakout possono ancora verificarsi in un piccolo numero di persone che ricevono il vaccino.

I bambini le cui madri hanno avuto la varicella non sempre contraggono il virus perché gli anticorpi possono essere trasmesse dai genitori ai figli. Tuttavia, a causa del rischio di complicanze in età adulta, è meglio optare per il vaccino.

Immunità

Alcune persone già portano immunità inerenti alla varicella e non hanno bisogno di essere preoccupato per ottenere vaccinati o contrarre l’infezione. Secondo comitato consultivo del CDC in materia di immunizzazione (ACIP), una persona è considerata immune alla varicella se:

  • Essi possono fornire la documentazione delle vaccinazioni in ogni fase della vita
  • Una precedente infezione da varicella o herpes zoster è stata diagnosticata e documentata
  • Test di laboratorio mostrano anticorpi che indicano l’immunità
  • Sono nati negli Stati Uniti prima del 1980 e non sono attualmente un operatore sanitario, in stato di gravidanza o immunocompromessi

Evitare "Varicella parti"

Prima che il vaccino della varicella si sono resi disponibili, era comune per i genitori a gettare "parti varicella." Impostare come una festa normale o playdate con giocattoli, giochi e cibo, questi partiti sono sempre almeno un bambino con una infezione varicella attiva sul presupposto che, dal momento che i bambini stanno per ottenere varicella in ogni caso, è meglio per ottenere la prova sopra con il più presto possibile. In alcuni casi, i genitori anche incoraggiano i figli a condividere spuntini o bicchieri per promuovere la diffusione del virus.

I medici mettono in guardia contro tale esposizione intenzionale a causa dei rischi potenziali associati con la varicella. Fino a quando la vaccinazione è diventato comune, da 100 a 150 bambini morti ogni anno a causa del virus o problemi ad esso associati. Quelli nella comunità medica sottolineano che esistono questi rischi anche per i bambini altrimenti sani, e consentendo loro di contrarre la varicella potrebbe provocare l’infezione accidentale di altri il cui sistema immunitario non sono ben attrezzati per combattere il virus.

I genitori che si oppongono alla vaccinazione ancora ospitare queste feste con la convinzione che "naturale" l’infezione è più sicuro di inoculazione artificiale. Alcuni addirittura tentare di ottenere materiale infetto come lecca-lecca a metà mangiato attraverso la posta e li danno ai loro figli. Questa pratica non è solo pericoloso, ma anche illegale negli Stati Uniti. bambini non vaccinati possono diffondersi varicella per i neonati, altri bambini e adulti che, inoltre, non hanno avuto il vaccino o che non hanno mai contratto il virus quando erano più giovani.

Qualunque sia la ragione per lo svolgimento di una festa di varicella, i medici continuano a scoraggiare la pratica e sollecitare i genitori a optare per l’opzione della vaccinazione per i loro figli.

Sebbene varicella è una malattia comune e appare ancora in tutto il mondo, è intelligente per prendere precauzioni contro contrarre il virus. Una buona igiene, prevenzione di individui infetti, la vaccinazione e altre misure di promuovere il benessere e può aiutare le persone di tutte le età di evitare una situazione di prurito.

Related posts

  • Varicella e herpes zoster 5 cose …

    Barbara Walters ‘co-host su The View informato gli spettatori che Walters è stato ricoverato in ospedale con la varicella. Lei è 83, e l’infezione, che è più comune tra i bambini, è rara …

  • Varicella cause, sintomi e … 2

    Varicella è una malattia comune tra i bambini e la maggior parte delle persone si varicella ad un certo punto della loro vita, se non sono stati vaccinati per la varicella. Anche se non è un grave salute …

  • Varicella non è pericoloso o …

    Totale di azioni 13K sui social media in questo momento (e, in alcuni dei principali media), le foto di una donna stanno facendo il giro. La donna è Kayley Burke, e lei è le immagini condivise del suo figlio neonato, …

  • I primi di pollo Immagini Pox Segni …

    Scoprirete esattamente come guarire la varicella di solito non dimenticare di ottenere forme legali di unguenti siete venuto al giusto inizio. Felice Grilling! Equilibrio varicella. Così si può comprare un …

  • Varicella vaiolo

    Scendendo con la varicella è una delle esperienze peggiori una persona può passare attraverso. Per i bambini, è una settimana di prurito scomodo e sgradevole bolle su tutto il corpo. Per gli adolescenti …

  • I sintomi varicella, immagini varicella giorno 1.

    Che cosa è la varicella? sintomi Varicella ad alta temperatura (febbre), dolori e mal di testa spesso iniziano un giorno o due prima che appaia una eruzione cutanea. Spots (eruzioni cutanee). Macchie appaiono nelle colture. Si sviluppano in piccoli …